venerdì 29 febbraio 2008

gli insegnamenti di Pittura della Cava delle Ombre Suicide


da “Gli insegnamenti di pittura della Cava delle Ombre Suicide”:
Il disegno a pennello è un esercizio spirituale, un esercizio di mortificazione, una punizione realizzata attraverso un atto estetico violento. Il gesto della china sottrae luce alla perfezione della carta, rende incompleto, mortifica ciò che tutto contiene. Il disegno sottrae al bianco della carta la sua universalità e lo rende particolare, mondano. Ciò che prima era inesistente, ora esiste nella realtà della comunicazione. Nella storia dell’arte delle Ombre Suicide non c’è capolavoro che non sia immacolato...

1 commento:

Cynthia ha detto...

Good words.